-

-

Lettori fissi

Una perfetta correlazione è il primo principio su cui si fonda lo sviluppo.
L'integrazione o anche proprio la parola "organico" vuole dire che nulla ha valore se non in quanto naturalmente
collegato al tutto e in direzione di un qualche fine vitale.


Frank Lloyd Wright

"La cultura per i poveri non può essere una povera cultura".

Claudio Abbado


martedì 9 giugno 2015

L'uomo delle Fate



Oggi vi farò conoscere un meraviglioso artista e scultore autore di opere a me congeniali.
 
 
 
 
 
 
Il suo nome è Robin Wight e vive a Staffordshire in Inghilterra.
Le sue opere sono delle incredibili creazioni che hanno come tema predominante le Fate e sono, per la maggior parte, esposte al The Tretham Summer a Birmingham nel Regno Unito.
È specializzato, nella realizzazione delle sue sculture, nel ferro di acciaio inossidabile che lui piega ed amalgama in maniera ammirabile con grande abilità.
 
Egli spiega che per prima cosa prepara uno scheletro d'acciaio, atto a sostenere i fili, poi li intreccia e piega per scolpire muscoli e massa corporea, finendo con una copertura che rispecchi la pelle.
 
Sono figure leggiadre che sembrano prende vita grazie al movimento che riesce magicamente a donare, come spiega lui stesso:
 
"Cerco di progettare sculture in movimento, in modo da spingere le persone che le osservano a chiedersi -ma come ha fatto a realizzarle?-"
 
Ed ora ammiriamo queste sculture:





 
 
 
 


 





 



 





 







 


 
 
 

 Per me sono incredibili, ma io non mi smentisco mai!
Ciaooooo...
 
 
Immagini dal web
 
 

giovedì 4 giugno 2015

Favola d'arte (5)



Continuava ad avanzare serena e felice di scoprire cose nuove e mai viste.
Niente ormai poteva fermarla...le girava anche la testa!
Scorse un passaggio stranissimo...una magnifica apertura in un tronco d'albero gigantesco e bellissimo.
L'oltrepassò e davanti a lei tutto cambiò...
Era come se lo spazio fosse sezionato in tanti quadrati di ogni forma e dimensione...davvero molto strano...diversi paesaggi in ognuno di esso. Erano tutti magnifici...come se il mondo intero fosse lì, davanti ai suoi occhi e lei potesse vedere ed osservare tutto.
Ma la cosa più interessante e che l'attirò subito, era una donna di sublime bellezza che suonava una melodia straordinaria, strana come fuori dal tempo...




Gli spiriti erano attirati e si vedevano essere felici di ascoltarla...

Le parole che riusciva a sentire e che non uscivano dalle sue labbra, le suggerivano di continuare il cammino e di varcare un passaggio molto bello e luminosissimo...
Infatti qui tutto era il contrario di tutto...difficile da spiegare, si passava dalla notte al giorno con estrema facilità.




Di nuovo tutto cambiò...si ritrovò all'interno di un cubo in un cubo...ogni faccia era ricamata da splendidi ed artistici ricami di metallo...




Era sospeso e lei, al suo interno, scorgeva ogni singolo particolare. Una luce rifletteva tali decorazioni sulle pareti che in realtà sembravano aperte...
D'improvviso tutto cominciò a girare, non con velocità però...le facce del cubo assunsero una forma diversa e fino a quando non si fermò, lei non comprese.
Però riuscì a vedere molto bene tale trasformazione, ad ogni lato si aprirono delle aperture...come cornici con orli lavorati e bellissimi, diverse l'una dall'altra...l'nterno era scuro e nulla s'intravedeva.
Piano avvicinò la mano per toccare qualcosa ma...cosa strana...non sentiva altro che il vuoto.

Ora però attese un'istante, la decisione da prendere era diversa qui.
Non vedeva nulla e non poteva sapere cosa ci fosse dall'altra parte...cosa fare?
Ed ecco di nuovo quel suono...doveva attraversare, doveva andare avanti e non avere paura...