Lettori fissi

Una perfetta correlazione è il primo principio su cui si fonda lo sviluppo.
L'integrazione o anche proprio la parola "organico" vuole dire che nulla ha valore se non in quanto naturalmente
collegato al tutto e in direzione di un qualche fine vitale.


Frank Lloyd Wright

"La cultura per i poveri non può essere una povera cultura".

Claudio Abbado


mercoledì 31 gennaio 2018

Art Brut ossia Arte Grezza




In realtà ho sempre avuto una grande difficoltà a comprendere appieno questo tipo di arte.
Volevo scriverne già da tempo ma non sapevo se per prima io stessa avrei mai potuto spiegarla, non è facile ed ancora oggi non riesco a stabilire i confini della mia indagine.

L'iniziale stupore ed il paragonarla ad altri tipi di metodi o stili artistici...questo è stato (lo ammetto)  il mio principale errore ed anche, forse, l'errore di tutti coloro che ne hanno inizialmente seguito, in un modo o nell'altro, il percorso.
Spesso viene, per esempio, paragonata alla Street Art ma con essa non ha alcun legame.

In questi giorni si è tanto parlato degli orrori dovuti alla guerra.
Molti e terribili sono stati durante e purtroppo anche prima come dopo, sto parlando dei manicomi. 
Luoghi dove ogni speranza sembrava non esserci e dove spesso le persone venivano trattate come cavie per esperimenti di ogni genere.

Ma quello che mi ha provocato un senso di riconoscenza e positività è che, anche in questi posti, qualcuno sia riuscito a tirar fuori "bellezza" ed arte. 

Riuscendo così a scovare autori importanti e ad influenzare le nuove generazioni, 
voglio farvi conoscere 

Jean Dubuffet





Pittore e scultore francese molto famoso nel mondo ed indagatore di un nuovo concetto artistico. 
Il nome da lui stesso coniato è:

Art Brut.


Immagine privata
Vietata riproduzione 


Viene anche definita in versione più recente 
Outsider Art.

In realtà Dubuffet cercava nei lavori qualcosa di diverso, dove fossero le sensazioni e non lo studio o la cultura a dare un significato alle opere che venivano attuate.

Quindi erano non solo adulti con disturbi psichici ma anche bambini e gente comune che riuscivano ad esprimere nell'arte sensazioni come la rabbia, la frustrazione, il disagio od anche la gioia, la serenità, espressioni di ribellioni o quant'altro potesse venir fuori liberamente ed istintivamente.
 Emotività in atto.

Il suo percorso artistico iniziò nel 1945 ma fu nel 1947 che fondò, 
insieme ad altri grandi quali furono André Breton, Jean Paulhan, Charles Ratton, 
il gallerista René  Drouin, ecc. 

la "Compagnie de l'Art Brut"

"L'esatta definizione data è: 

Attività creativa di 'artisti loro malgrado', che creano senza intenzioni estetiche, per una personale pulsione emotiva confluente in una comunicazione immediata e sintetica".

Questi lavori dunque, secondo Dubuffet, non hanno alcuno scopo economico né preoccupazioni di critica od interessi pubblicitari. 
Si crea solo per se stessi, liberamente e senza schemi preordinati.

Magnifico direi!

Con il tempo però l'attenzione nei loro confronti aumenta.
La Compagnia dell'Art Brut inizia ad allestire mostre ed arrivando ai giorni nostri si iniziano a conoscere gli artisti che influenzano altri artisti...e così via.

Inoltre nel 1971, sempre il nostro famoso Dubuffet,  regala alla città di Losanna la sua grande 
Collection de l'Art Brut 
e così facendo essa diviene il luogo più importante delle espressioni artistiche alternative.

Oggi nel Museo di Losanna la collezione è curata ed affidata alla giovane e molto brava  Sarah Lombardi. Se volete conoscere di più cliccate qui.

Ed ora passiamo ad alcune delle opere molto particolari e sorprendenti. 



Gaston Duf 

Sylvain Fusco 

André Robillard 

André Robillard 

André Robillard 

Aloise Corbaz 

Oggi sono conosciuti ed amati. 

Posso segnalarvi qualcuno anche dalle mie parti. 
Un giovane con cui ho scambiato due parole e che probabilmente neanche si ricorda di me. 
Le sue opere sono riuscita ad ammirarle perché sono esposte al pubblico nella pizzeria dove lavora con la sua famiglia. 
Vi lascio qui il suo indirizzo:

Matevoo@instagram 

Andate a conoscerlo se vi va. 
Spero non gli dispiaccia. 


Ed ora vi ringrazio e vi lascio con questo straordinario pezzo musicale, che a me piace tanto, dei 

Muse 
Madness 

Baciiiiiiii! 


Da Youtube 

Immagini dal web 

lunedì 22 gennaio 2018

Breve saluto



Buongiorno a tutti! 
Volevo chiedervi scusa,  non sto più postando qui ed il motivo è che non sono tanto motivata. 
Ho iniziato diversi post che non sono riuscita a finire e siccome  ho tanti altri già pubblicati che non hanno avuto il seguito annunciato, non desidero fare lo stesso con il prossimo. 
Per cui abbiate pazienza. 
Vi saluto con un lavoro molto bello di Magritte, si intitola l'Utopie. 
Grazie ed un abbraccio forte a voi! 




sabato 6 gennaio 2018

giovedì 4 gennaio 2018

Epifania 2018



Siamo nella parte finale delle festività natalizie. 
Quanti scritti e quante voci hanno celebrato questo periodo, tra risate, amicizia, pensieri sinceri di chi crede e chi no. Mi è piaciuto tanto conoscere le opinioni diverse e vedere che in fondo nessuno vuole allontanare la gioia che si vive e si è vissuto. 
Ho notato anche tristezza e negatività mi dispiace tanto per loro, ho provato a sollevare molti ma si fa tanta fatica. Con qualcuno sono riuscita e mi hanno ricambiato con grande affetto e simpatia. Grazie! Vi ringrazio tutti. 
Per me non è stato sempre facile ma l'unione forte di parenti ed amici mi ha fatto guardare solo il bello. 

Ma ora si attende l'Epifania! 

L'arrivo dei Magi e la manifestazione di Dio agli occhi degli uomini. 
È la gioia che culmina con la consapevolezza dell'esistenza Sua e della Salvezza per noi. 
Non può esserci nulla di più grande da festeggiare, per cui amici cari vi auguro di passarla nel modo giusto, tra serenità, affetto, allegria ed amicizia. 

Auguri a tutti! Ciao! 



Albrecht Dürer

Immagine dal web