Lettori fissi

Una perfetta correlazione è il primo principio su cui si fonda lo sviluppo.
L'integrazione o anche proprio la parola "organico" vuole dire che nulla ha valore se non in quanto naturalmente
collegato al tutto e in direzione di un qualche fine vitale.


Frank Lloyd Wright

"La cultura per i poveri non può essere una povera cultura".

Claudio Abbado


lunedì 22 ottobre 2018

Tomb Raider nella mia vita...




Bene amici ho deciso di mostrarvi un pizzico della mia storia con la PlayStation.
Devo mantenere una delle promesse fatte al super Miki lo trovate qui.

Quindi ora vi scriverò dei videogames 

Tomb Raider.



Immagine dal web 


Il primo uscito nel 1996 per Sega Saturn fu poi trasposto anche su PC e PlayStation ed è stato sviluppato da Core Design e pubblicato da Eidos Interactive.
È la storia di un'archeologa inglese di nome Laura Croft che va in cerca di manufatti antichi, entrando nella storia e combattendo contro esseri mitologici. Il senso è tutto nel titolo "Tomb Rider" "Razziatrice di tombe".
Ci sono enigmi da risolvere, abbassamento di leve nascoste, ricerche di chiavi impossibili...praticamente un intrattenimento colmo di colpi di scena, di mistero ed avventura.

Un gioco che mi ha trascinato tanto, anche perché nel periodo suddetto era molto originale e altamente interattivo.
Infatti oltre al nome molto originale del personaggio ed il fascino di una donna bella e sensuale, la novità fu che si trattasse di un action-adventure. Cosa che influenzò tutti i giochi che seguirono.
L'unicità fu soprattutto quella della telecamera, posta alle spalle della figura (in terza dimensione) e l'ampiezza dei luoghi dove interagire che inizialmente erano formati con del visibilissimi poligoni ma che in seguito, nei giochi successivi, riuscirono a migliorare.

Fu tra i primi giocati e devo dire che la mia passione per i videogiochi nasce proprio grazie ed esso.

Purtroppo non ho più né il gioco né la PlayStation 1.
Comunque resta nel mio cuore per sempre. ❤


Tomb Raider divenne anche un magnifico film con la bellissima interpretazione di Angelina Jolie.



Immagine dal web 


Un prodotto internazionale che unì insieme Stati Uniti, Regno Unito, Giappone e Germania.
Nelle sale arriva il 15 Giugno del 2001 ed è diretto da Simon West.
Racconta la storia di Lara Croft che viene ingaggiata per trovare antichi manufatti in possesso degli illuminati.

Mi piacerebbe avere la bellissima Barbie con le fattezze di questo personaggio.
Molto bella davvero.



Immagine dal web 


Siccome i successivi videogiochi ebbero dei notevoli miglioramenti, io curiosissima mi soffermai soprattutto sul Tomb Raider III. 
Bellissimo lavoro e bellissima storia che qui vi riporto. 



Foto privata
Vietata riproduzione 


" Introduzione 

Milioni e milioni di anni fa un meteorite entrò nell'orbita terrestre, resistette all'impatto con l'atmosfera e precipitò nelle allora tiepide acque dell'Antartide. 

L'enorme cratere provocato dall'urto fu scoperto millenni dopo da alcune tribù polinesiane, che decisero di stabilirvi la dimora in virtù delle eccezionali condizioni ambientali, certamente diverse da quelle attuali. Il cratere divenne così un simbolo di adorazione per le popolazioni che si insediarono nelle sue vicinanze. 

Passarono gli anni e passarono le generazioni, finché inspiegabili e catastrofici eventi costrinsero i nuovi abitanti a fuggire in preda al terrore più cieco... 

Dimenticata per secoli, la regione del meteorite è oggi tornata di grande attualità e una compagnia di ricerca, la RX Tech, sta conducendo delle indagini sul luogo della caduta, registrando dati alquanto inusuali. È proprio in questa zona, infatti, che viene rinvenuto il corpo di uno dei marinai di una spedizione scientifica scomparsa più di un secolo prima e capitanata da Charles Darwin in persona. 

Seguendo quanto scritto nel diario di bordo, la compagnia di ricerca sembrerebbe aver dimostrato un notevole interesse non solo per la zona del cratere, ma anche per tutte quelle altre località dove i marinai allora coinvolti si sarebbero poi spostati...morendo nel corso del viaggio... 

Una di queste destinazioni e stata l'India - ed è proprio in India che ritroviamo una certa Lara alla ricerca di un leggendario artefatto chiamato Infada e del quale nulla si sa se non che custodisca indicibili poteri venerati da intere tribù nel corso dei secoli. 

Ma presto Lara scoprirà molto di più... "




In seguito l'attenzione si pose sull'uscita nel 2013 del nuovo videogioco che davvero mi ha conquistata, sempre Lara Croft ma più giovane ed inesperta con nessun collegamento nei confronti delle vecchie versioni di storia. 
Molto positive le varie critiche, è il primo ad aver ricevuto il rating M (Mature: vietato ai minori) dall'Entertament Software Raiting Board, per le scene violente ed il forte linguaggio. 



Immagine privata.
Vietata riproduzione.  


Bellissimo il poster incluso nel cofanetto. 



Immagine privata.
Vietata riproduzione. 


In seguito anche qui ci ritroviamo con un bellissimo film dal videogioco ispirato.  
L'esploratrice è interpretata da Alicia Vikander. Bravissima anche lei ma diversa dalla precedente interprete. 



Immagine dal web 



Immagine dal web 


L'arte nei videogiochi è per me quasi completa. 
Tra disegni, immagini, formazione e costruzione dei video per non parlare della musica, grande studio per quel che neanche conosco, credo che tutto sia importante ed estremamente ben fatto. 
A volte deludono ma non è il nostro caso, almeno per me. 

Spero sia stato interessante il mio scritto e vi rimando al prossimo post e forse alla prossima promessa fatta a Miki. 

Con un forte abbraccio, vi bacio e vi ringrazio. 
Ciao!